Progetto "Una Culla per un bimbo"

1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Progetto ” Una culla per un Bimbo”  promosso dall’Associazione “Ospedale Dolce Casa“- Onlus a favore dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, nasce dal desiderio di  gestire in loco anche bimbi nati prematuri o con patologie gravi, che altrimenti dovrebbero essere trasferiti presso il Presidio Ospedaliero Regina Margherita di Torino, centro di III livello. 

Al fine di ridurre i disagi delle famiglie, si propone inoltre di facilitare il trasferimento precoce presso la Patologia Neonatale di Ciriè, una volta superata la fase critica, dei neonati abitanti in zona che, per problematiche particolari, sono nati o sono stati ricoverati in strutture di III livello.

L’obiettivo è acquisire una nuova incubatrice neonatale GE modello “Giraffe Incubator“,  progettata per favorire la stabilizzazione e la crescita dei neonati prematuri o con gravi patologie; grazie alle più recenti dotazioni tecnologiche, essa garantisce il controllo dei livelli di calore, umidità, ossigeno, luce e rumore, ed all’occorrenza può ospitare due gemellini, consentendo loro di proseguire il contatto diretto pelle a pelle avuto nel grembo materno. L'obiettivo è quello di acquisire anche un Baby Warmer + baby Be.

Il progetto si è concluso il 31 maggio 2017 con l'inaugurazione presso l'Ospedale di Ciriè. Hanno contribuito alla realizzazione l'associazione "In ricordo di Enzo" Onlus, il Rotaract Club Torino- Valli di Lanzo, l'associazione "Una scuola per Martina" Onlus e N.O.I di Unicredit Nord Ovest Insieme.  

Progetto "Accanto al mio bambino"

2

 

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto si inserisce nelle iniziative promosse dall'associazione volte a rendere a “misura di bambino” l’ambiente ospedaliero, rivolgendo una particolare attenzione  anche agli ambienti e  agli arredi, che accolgono i piccoli pazienti e le loro famiglie. Il rinnovo delle poltrone-letto e l’attenzione nella scelta di alcuni arredi, vogliono essere un segno di quella umanizzazione dell'ambiente ospedaliero che persegue l'associazione  con l’auspicio di rendere  il  più confortevole possibile la permanenza in ospedale.

Il progetto : “ Accanto al mio bambino “, nell’intento di migliorare ed “ abbellire” l’ambiente ospedaliero, evidenzia gli elementi di continuità tra la vita del bambino fuori dall’aspedale e quelli all’interno del reparto, con l’intento di preservare la quotidianità che contraddistingue il vissuto di ogni piccolo paziente. Inoltre l’associazione di volontariato: “ Ospedale Dolce Casa “ ispirandosi alla Carta di Ledha, attraverso la realizzazione del progetto, si impegna a garantire ad ogni piccolo paziente la vicinanza dei propri genitori o di altre persone amiche, in ogni momento della giornata.

L’obiettivo è ottenere una struttura che guarisce ed accoglie, aiutando ad affrontare la malattia con serenità, cercando di rendere meno traumatica possibile l’esperienza ospedaliera. Il progetto si rivolge ai Piccoli pazienti e alle loro famiglie, accolti presso la S.C. di Pediatria e    Neonatologia dell’ Ospedale di Ciriè.

Il progetto si è concluso il 31 maggio 2017 con l'inaugurazione presso l'Ospedale di Ciriè. Hanno contribuito alla realizzazione l'associazione "In ricordo di Enzo" Onlus, il Rotaract Club Torino- Valli di Lanzo, l'associazione "Una scuola per Martina" Onlus e N.O.I di Unicredit Nord Ovest Insieme.  

 

Progetto "Insieme a piccoli passi"

fasc

 

 

 

 

Il Progetto Spazio-Neonatale prospetta ambienti che Valorizzano la relazione madre-bambino, coinvolgendo da subito le figure genitoriali nelle cure amorevoli del neonato. L’impegno del personale medico e infermieristico, coeso alla sinergia dell’Associazione di volontariato “Ospedale Dolce Casa – Onlus”, si propone di umanizzare i primi momenti che contraddistinguono le cure neonatali, favorendone il prezioso attaccamento genitore-bambino, nel rispetto dello sviluppo emozionale del neonato.

 Obiettivi:

- Sostenere la relazione mamma-bambino durante i primi delicati giorni di vita fuori dall'utero.

 - Offrire sostegno emotivo e informazioni a tutte le mamme e ai familiari, durante i primi giorni di vita del neonato.

- Creare “un luogo materno” sicuro, protetto e accogliente.

 - Facilitare il trasporto del neonato che non necessiti di incubatrice presso altre struttureospedaliere per l’esecuzione di specifici accertamenti e consulenze.

trasp

 

 

 

 

 

Destinatari:

I neonati nati presso S.C. di Pediatria e Neonatologia di Ciriè, con le loro mamme e i papà ed i familiari.

Materiali e costi:

- N.10 Fasciatoi Neonatali modello Sharon Praxis di Favero Health Project Spa (costo 5001,51€)

- N. 1 Sistema per il trasporto dei neonati in caso di emergenza "Infant Trasport Unit" della ditta Boscarol srl (costo 210,82€)

 Il progetto si è concluso con la donazione del materiale acquistato in data 18 aprile 2019.

 

Progetto "C'è aria di salute"

aria

 

 

 

 

Promosso dall’Associazione “Ospedale Dolce Casa“- Onlus a favore dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, nasce dal desiderio di ACCOGLIERE tutti i bambini delle vicine Valli di Lanzo e delle zone limitrofe alla città di Torino che afferiscono alla S.C. di Pediatria e Neonatologia di Ciriè, soprattutto nel periodo invernale per il trattamento di patologie che riguardano l'apparato respiratorio.

Materiale

Vapotherm Precision Flow di Burke&Burke permette di erogare ossigeno riscaldato, umidificato e miscelato con precisione ad alti flussi già a partire dal periodo neonatale.

Il suo utilizzo in pediatria si rivela particolarmente efficace in tutte le situazioni di difficoltà respiratoria legate a malattie polmonari sia primitive, quali ad esempio la Sindrome da Distress Respiratorio (RDS) neonatale, le bronchioliti, le crisi asmatiche gravi, che secondarie, quali malattie neuromuscolari, tumori o gravi malformazioni.

 

aria2

 

 

 

Costo

Il preventivo di spesa per l’acquisto di 1 Vapotherm Precision Flow di Burke&Burke, completo di cavi di alimentazione, tubi flessibili in B.P. per aria e ossigeno, innesti per aria e ossigeno e carrello con asta flebo ammonta a 7.686,00 euro IVA compresa.

Il progetto si è concluso con la donazione del materiale acquistato in data 18 aprile 2019.

 

 

 

 

Progetto "Un apparecchio accanto al mio letto"

 app

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’acquisto di un apparecchio ecografico portatile di ultima generazione, destinato ai piccoli pazienti della S.C. di Pediatria e Neonatologia del P.O. di Ciriè, è il risultato di un percorso di umanizzazione delle cure condiviso con il territorio.Grazie all’acquisizione di un Ecografo portatile non sarà più necessario spostare il bambino in un altro luogo, ma sarà il medico che andrà dal piccolo paziente con il dispositivo: finalmente un apparecchio che va al letto, evitando di sottoporre il bambino al disagio dovuto agli spostamenti presso altri centri diagnostici.L’approccio con ultrasuoni permetterà inoltre di ridurre la radio-esposizione dovuta agli accertamenti radiologici.

OBIETTIVO:

 - Migliorare il benessere e la qualità di vita, anche in ospedale, dei piccoli pazienti e dei loro familiari.

- Ottimizzare il livello e le tempistiche delle prestazioni diagnostiche, in particolare nell’attività di pronto soccorso.

DESTINATARI:

- Neonati che presentano problematiche specifiche con possibile sofferenza cerebrale.

- Neonati sottoposti ad ecocardiogrammi neonatali.

 - Bambini e ragazzi sottoposti a esami diagnostici ecografici.

 MATERIALI E COSTI:

Ecografo Esaote portatile My Lab gamma con una sonda lineare e sonda convex Iq Matrix (costo 15.250,00€).

Il progetto si è concluso con la donazione del materiale acquistato in data 18 aprile 2019.

 

 

 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me